penso di sentirti

Il desiderio di scrivere ogni tanto mi fa ricongiungere con questo mio spazio personale, che condivido volentieri con mia sorella, i progetti e le idee di questa meravigliosa socia, amica e complice.
Mai come in questo periodo mi sarebbe piaciuto averla accanto, con il pesante mese di ottobre alle spalle e il progetto di partyandcraft sempre in ritardo, con tutto il natale ancorava sviluppare, e le mostre da organizzare, se fossimo in contemporanea presenti in un luogo fisico, vero, nella stanza laboratorio non si potrebbe più entrare, forse litigheremmo per chi deve fare cosa e come, ma di sicuro il suono più forte sarebbe quello delle risa, a crepapelle che ci siamo sempre fatte insieme, complici come non mai, alla faccia di genitori, amici, e mariti, che restano fuori da questo amore. E si, come rido con lalla, e come lei ride con me, avrei bisogno di queste risate sguaiate, familiari, disinibite. Mi ricordo che, in varie occasioni, dopo il forte scoppiare delle risa, è successo di tutto, cose che è meglio omettere, ma che ora mentre scrivo, mi fanno una tenerezza infinita e anche un po' di tristezza per la lontananza di quel tempo che non è più, ma che spero presto tornerà. L'ultima estate che abbiamo passato insieme, mentre i bimbi si facevano male, ci facevano disperare, i genitori si lamentavano, i mariti si esternavano, noi, noi progettavamo di partyandcraft e ridevamo, insieme saporitamente. 















Post più popolari