Beginning


Non ho mai voluto lasciare la Sicilia. Avrei dovuto, ma non sono riuscita a farlo. Bisognava non avere paura di cambiare e io ne avevo, ne avevo tanta. Mi si è presentata pure più di un’occasione, ma la mancanza di soldi, e soprattutto di fiducia in me stessa mi hanno fermata. Qui.
Niente male, comunque, non mi lamento. Quasi involontariamente, come per gioco, ho completato i miei studi post universitari, facendo delle esperienze di cui sarò sempre grata, prima con la specializzazione, poi nell’ambito del dottorato con il mitico prof. Pasca, una vera fortuna, per noi figli di una provincia ai confini. Ma anche lavorando sodo e senza sosta, oltre che spesso senza denaro, sentivo che mi mancava la determinazione, la grinta per ottenere davvero qualcosa; grinta che vedevo negli altri, che magari, pure senza grandi qualità si proponevano e si lanciavano nella speranza di far parte di un sistema.
Così, involontariamente, ma pazza di gioia, sono pure diventata mamma, e ho scoperto che è davvero una delle migliori cose al mondo, che ti fa essere faccia a faccia con te stessa, con i tuoi dubbi, con le tue paure, e ti obbliga a prendere delle decisioni ferme e soprattutto ti ricolma di amore. Amore puro, che perdona, che consola, che illumina. Per lei, la mia piccola bimba, e poi per lui, insomma per loro, ho fatto i conti con me stessa e da bruco sono diventata farfalla. Anche se nel frattempo esteriormente sembrerebbe più che da farfalla sono diventata bruco!

tiziana
cross stitch

Post più popolari